Nausea quale origine e conseguenze - bio-vegsalus

Nausea quale origine e conseguenze

 

 

Nausea perché viene

quale origine ha e quali conseguenze?

 

 

 

Nausea, avere la nausea non sempre è sintomo di una dimostrazione patologica in corso o essere in gravidanza, bisogna però non trascurare il sintomo, se si manifesta con frequenza è necessario ricorrere al proprio medico.

 

La maggior parte delle volte, è causata da situazioni non importanti e generalmente hanno una risoluzione che non necessita trattamento.

 

 

Cos’è la nausea

 

 

E’ una sensazione che si avverte, come l’impressione di stare o dover vomitare, localizzato nella zona addominale, può essere seguita da conati di vomito con la contrazione della muscolatura del plesso solare ma a cui non segue l’atto di rimettere.

 

La zona della nausea è localizzata nel cervello denominata “zona grilletto”, zona meno protetta dalle cellule preposte alla protezione del tessuto cerebrale, quindi più sensibile agli stimoli esterni.

 

Questi stimoli possono essere di origine olfattiva, provenienti dall’orecchio provocati dal movimento, dai farmaci e da stimoli psico-emozionali.

 

Quando questi stimoli raggiungono la “zona del grilletto”, determinano l’attivazione del centro del vomito dando così la sensazione di nausea e conati di vomito.


Le origini della nausea

 

 

Una delle origini della nausea, abbastanza frequente, è data da un mutamento nel nostro sistema di equilibrio, si può presentare quando ci si rimette in posizione verticale troppo velocemente dopo essere stati inginocchiati o comunque in una posizione, che raddrizzandoci velocemente può cambiare la funzione vestibolare posta nell’orecchio.

 

Labirinto organo dell'orecchio addetto all'equilibrio
Labirinto organo dell’orecchio addetto all’equilibrio

 

Il mutamento dell’equilibrio può avvenire anche durante un viaggio per mare o in aereo.

 

La nausea sopraggiunge anche da problemi di digestione, questo sintomo è affiancato spesso anche da vomito, che se perdura nel tempo, non è causa dell’aver mangiato troppo o troppo velocemente o anche da una leggera indigestione risolvibile con una bevanda calda come il famoso “canarino”, di conseguenza conviene una visita dal proprio medico.


Il calo improvviso della pressione può esserne la causa 

 

 

Un brusco calo della pressione è, anch’essa ne è causa frequente, associata a volte a vista offuscata e ronzio alle orecchie.

 

Questo capita quando si sta seduti o sdraiati e si cambia posizione velocemente, chi è soggetto a cali di pressione, sa che quando si cambia la posizione, si deve effettuare lentamente dando così il tempo all’organismo ad adattarsi alla nuova situazione.

 

Dopo un’intensa attività fisica, come dopo una corsa a ritmo elevato o sforzo intenso dato da sollevamento pesi, si ha un abbassamento della pressione accompagnata da vertigini.

 

Capita anche quando si affrontano delle fobie, chi ha paura degli aghi, del dolore e altre situazioni simili, al momento di affrontale, possono avere dei bruschi cali di pressione e quindi il sopraggiungere della nausea e degli altri sintomi, come il “sudare freddo”.

Il tutto passa facendo un bel respiro profondo e cercare di sedersi in posizione a schiena dritta, non sdraiarsi per non peggiorare i sintomi e l’effetto “che tutto mi gira attorno”.

 

I sintomi di nausea e di giramento di testa sono due cose ben distinte, dai giramenti di testa può sopraggiungere la nausea, causata da leggeri malesseri ma i giramenti di testa possono essere segno di patologie più gravi.

 

 

Quando si prende troppo sole

 

A volte capita che quando la temperatura corporea sale, dopo una prolungata esposizione al sole, si possa avere un po’ di nausea.

Risolvibile abbassando la temperatura, ponendosi all’ombra e reintegrando i liquidi bevendo acqua a temperatura ambiente a piccoli sorsi.

Quando invece è accompagnata da debolezza e disidratazione, visibile, da evidente mancanza di sudore, allora è il classico colpo di calore e necessita assistenza medica.

 

 

Anche il calo di zuccheri provoca la nausea

 

 

Non fare colazione o saltare un pasto, dopo che il corpo è stato per un periodo senza nutrimento, come la notte o alla sera dopo aver consumato i carboidrati, durante la giornata lavorativa, l’organismo richiede zuccheri per ridare energia al corpo e quindi può insorgere il sintomo.


Alcuni rimedi naturali per attenuare il disturbo della nausea

 

 

 

 

Succo di limone e il Canarino

 

Rimedio antico ma sempre in auge, per la sua efficacia contro la nausea, è la limonata calda o la scorza del limone fatto bollire in acqua e bevuto, ottimo digestivo.

 

Alcuni cibi raccomandati come anti-nausea sono i biscotti integrali, il pane sempre integrale e i cracker, per favorire il mantenimento del livello di zuccheri nell’organismo.

La menta aiuta a calmare il sintomo e la radice di liquirizia, sempre masticata con moderazione, perché anche se pulisce il sangue ed è un anti-nausea, fa alzare la pressione.

 

 

I probiotici e i fermenti lattici per il sintomo causato da indigestione.

 

 

L’ Aceto Di Mele possibilmente biologico.

 

 

Un cucchiaio diluito in un bicchiere d’acqua insieme a un cucchiaino di miele e bevuto alla sera la previene, data dalla digestione lenta.

 

Queste sono tutte situazioni facilmente risolvibili con una adeguata alimentazione e comportamento salutare, applicabili con facilità, se la nausea è accompagnata da sintomi più importanti, allora conviene consultare il medico.

 

 

 

 

Benvenuto/a lascia un commento

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica,in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi delle leggi vigenti.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi