Miele Polline Pappa Reale nell'Apiterapia - bio-vegsalus

Miele Polline Pappa Reale nell’Apiterapia

 

 

 

APITERAPIA

Miele, Polline, Pappa Reale

e

Veleno

 

 

 

Il Miele come terapia, Apiterapia, contro ulcere, ustioni, ferite infette, perché no, d’altra parte in molti paesi come la Cina è usato da moltissimo tempo.

 

In Inghilterra lo raccomandano per la cura di ferite e ustioni, in altre parti lo utilizzano per curare le infezioni dell’orecchio, del naso, della gola, della pelle, degli occhi e delle vie urinarie. (fonte medica)

 

Alcuni studi eseguiti, da gruppi di ricercatori argentini e americani su loro pazienti, hanno riscontrato che, i primi sono guariti nel 99% con l’uso dell’Apiterapia, mentre i secondi, più specifici, hanno avuto una guarigione completa nel 98%, da affezioni dovute a ustioni, ulcere, ferite da arma da fuoco, amputazioni, contro il 90% trattato con antibiotici.

 

 

Perché e cosa è l’Apiterapia

 

i prodotti delle api utili in apiterapia
i prodotti delle api utili in apiterapia

 

 

Le api partecipano alla nostra vita di tutti i giorni, senza di loro la catena della nostra sopravvivenza, nel giro di poco tempo si annullerebbe nel giro di poco tempo.

 

Ci forniscono tramite l’alveare, un inesauribile approvvigionamento di sostanze utili, miele, polline, cera, propoli, pappa reale, veleno .

 

Contengono sostanze le cui proprietà, permettono trattamenti efficaci, su numerose patologie acute e croniche, in associazione con altri medicinali specifici ed indispensabili.

 



 

La produzione delle Api e il loro utilizzo nell’Apiterapia

 

 

Il Miele

 

miele
miele

 

Non è solo utilizzato come alimento zuccherino o dolcificante naturale, di immediato reperimento e senza tracce di lavorazione chimica ma anche come medicamento fin dall’antichità.

 

Gli antichi egizi,  lo utilizzavano in ricette a base di miele, impiegate non solo ad uso alimentare ma anche medico, nella cura dei disturbi digestivi, unguenti per piaghe e ferite.

 

La medicina ayurvedica, già tremila anni fa, considerava il miele purificante, afrodisiaco, dissetante, vermifugo,antitossico, regolatore, refrigerante, stomachico e cicatrizzante. Per ogni specifica affezione era indicato un differente tipo di miele, di ortaggi, di frutti, di cereali o di fiori.

 

Ogni tipo di miele ha le sue proprietà che dipendono dalle piante bottinate e i principi attivi sono diversi ma i principali componenti sono, Glucosio, Fruttosio, Acqua, Polline, enzimi, antiossidanti, aminoacidi, vitamine e minerali.

 

 

Le proprietà del Miele

 

 

E’ in grado di aumentare la nostra resistenza alla stanchezza e migliora il rendimento mentale. Facilita la cicatrizzazione delle ferite, in molti ospedali europei viene utilizzato per trattare grandi ustioni e ulcere, oltre a essere un antibiotico naturale.

 

La rapidità di guarigione dei pazienti curati con il miele e lo zucchero, anche nelle ferite infettate, dopo alcuni giorni di terapia con questa metodica alternativa, diventano sterili e vanno verso la guarigione.

 

E’ stato dimostrato che il miele favorisce la guarigione e la riduzione della contaminazione batterica in pazienti anche con con ferite aperte.

 

ape

 

Le sue proprietà derivano dalla capacità del miele di stimolare la produzione delle citochine, proteine molto importanti nella risposta immunitaria e dei monociti, cellule del sistema immunitario.

 

Viene utilizzato nelle ulcere gastriche causate da un batterio, l’Helicobacter pylori, preso per via orale, in dosi concentrate, il miele ha una carica antibatterica tale da uccidere l’Helicobacter.

 

Il miele, inoltre, sembra avere benefici effetti sulle parodontopatie e sulle gengiviti.

 

Il dolce fluido prodotto delle api è dunque un vero toccasana per la nostra salute, non solo cura raffreddori, tosse e mal di gola, ma aiuta anche a far rimarginare le ferite e nella terapia contro le ustioni e le ulcere croniche.

 

Oltretutto, è in grado di stimolare la nostra golosità, metterci di buon umore e non farci ingrassare, è ricco di sostanze nutritive essenziali e non è eccessivamente calorico.

 

 

Il Polline

 

 

Il Polline è considerato un vero e proprio super alimento e presenta elementi nutritivi addirittura superiori a quelli del miele.

Viene inoltre accreditato di diverse altre proprietà tra cui quelle antinfiammatorie, antivirali, antimicrobiche e favorisce l’aumento delle difese immunitarie.

 

Il Polline depositato nell’alveare, all’interno delle cellette dei favi, è chiamato pane delle api, ha proprietà biologiche e terapeutiche più accentuate, in particolare aumenta la capacità immunitaria e di resistenza allo stress.

 

E’ una delle sostanze più ricche in natura di sostanze nutrienti, si presenta come un alimento ricchissimo di elementi indispensabili all’organismo e quindi alla vita perché apporta ciò che momentaneamente può essere carente, è inoltre un alimento altamente energetico, circa 285 Kcal per 100g.

 



 

Contiene tutto ciò che è necessario alla vita

 

 

  • acqua dal 12 al 20%;

 

  • Proteine, la maggior parte sotto forma di aminoacidi, 21 dei 23 aminoacidi, tra cui molti di essi sono degli aminoacidi essenziali.

 

  • zuccheri 15%, glucosio e fruttosio

 

  • lipidi , la maggior parte acidi grassi essenziali, omega3, omega6, grassi monoinsaturi e saturi.

 

  • sali minerali, potassio, silicio, ferro, magnesio, zolfo, cloro, calcio, manganese, fosforo, rame.

 

  • Vitamine specialmente del gruppo B, B1,B2, B3, B4, B5, B6, B7, B8, B9, B9, B12, Vitamine A, C, D, E, K, PP.

 

  • enzimi, coenzimi, ormoni di crescita,estrogeni, androgeni, acetilcolina e altre sostanze ad attività antibiotica, pigmenti come carotinoidi, antocianine.

 

Agisce sull’organismo umano nella crescita e l’equilibrio organico.

 

Si utilizza nella medicina naturale, soprattutto come supplemento nutrizionale poiché nel Polline sono contenute quasi tutte le sostanze necessarie allo sviluppo e alla crescita di un organismo.

 

Aumenta l’appetito e il metabolismo in generale. E’ considerato un ricostituente soprattutto nei casi di eccessiva magrezza e deperimento organico.

 

 

Come utilizzare il Polline e quando consumarlo

 

 

Si trova sotto forma di palline ha profumo dolce e aromatico, simile a quello dei fiori, è morbido e malleabile e dal colore che varia a seconda della provenienza delle specie vegetali dalle quali è stato raccolto.

 

Le palline di Polline vanno masticate lentamente per evitare l’acidità gastrica o diluirlo aiutandosi eventualmente con una bevanda tiepida, acqua, latte o tisana. Può essere consumato anche miscelato con del miele, della confettura oppure con dello yogurt.

 

La dose giornaliera è di circa 15/20 g per un adulto, più o meno un cucchiaio da tavola raso e 5/10 g per un bambino per una durata di 1-3 mesi, va consumato al mattino a digiuno.

 

È utile nelle convalescenze, agli anemici, visto l’alto contenuto di rame, ai bambini, agli anziani, agli inappetenti, alle gestanti e alle mamme che allattano, negli sportivi nell’allenamento prolungato e intenso.

 

 

La Pappa reale

 

Pappa Reale
Pappa Reale

 

Il cibo della regina, ha importanti benefici per la salute, proprietà antinfiammatorie, agisce contro l’artrite e abbassa i livelli di colesterolo, efficace per combattere le malattie del fegato è utile in caso di stress, di affaticamento e di convalescenza

 

Aumenta il livello di energia, rafforza le difese immunitarie, agisce come stimolante, migliora la risposta immunitaria e le funzioni fisiologiche dell’organismo, favorisce la resistenza alla stanchezza e incrementa le prestazioni intellettuali, aumentando la capacità di apprendimento e della memoria.


 

Il contenuto della Pappa reale utile all’Apiterapia

 

 

Acqua, proteine, zuccheri, lipidi e sali minerali.

 

E’ il prodotto più ricco di Vitamina B5, acido Pantotenico, che si conosca in natura.

 

L’acido Pantotenico, presente nella Pappa reale, stimola le ghiandole surrenali e aumenta la produzione di cortisone e degli altri ormoni, importanti per la salute della pelle e dei nervi.

 

Svolge un ruolo importantissimo nel metabolismo cellulare, partecipa alla produzione di energia da carboidrati, grassi, proteine. E’ importante per mantenere il tratto digerente in buona salute.

 

Aumenta l’energia, migliora i risultati atletici, accelera la cicatrizzazione delle ferite, previene la caduta dei capelli e la comparsa dei capelli bianchi, ritarda l’invecchiamento e aiuta a controllare lo stress, fattore importante per i cardiopatici.

 

La dose giornaliera raccomandata per gli anziani e adulti, va dai 4 ai 7 mg.

I bambini dai 4 ai 6 anni è di 3 o 4 mg, dai 7 ai 10 anni è di 4 o 5 mg, per i neonati sino ai 6 mesi, è di 2 mg, e da 6 mesi a 1 anno è di 3 mg.

 

Un’altro elemento prodotto dalle api è il Veleno, molto utilizzato dai medici per curare molteplici affezioni anche importanti, ma questo merita un’articolo a parte e più approfondito.

 

 

 

Benvenuto/a lascia un commento

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica,in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi delle leggi vigenti.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi