Ossa come aiutarle a crescerle in salute - bio-vegsalus

Ossa come aiutarle a crescerle in salute

Aiutare le piccole ossa a crescere in salute

 

 

Le Ossa

aiutarle a crescere in salute

 

Le ossa del corpo umano crescono nei primi vent’anni di vita e la massa ossea viene definita dai 16 ai 20 anni.

 

Il picco massimo dei sali minerali in essa contenuti, viene raggiunto tra i 25-30 anni per poi cominciare a diminuire, si può quindi stabilire l’importanza della prevenzione, che deve avvenire fin da giovani, per poi ritrovarsi le ossa sane in età adulta e anziana.

 

Che cosa è la Massa Ossea

 

La quantità di tessuto minerale osseo viene definita Massa Ossea, maggiore è la quantità e più le ossa sono protette da eventuali problemi.

 

Fornire all’organismo, nei primi anni di crescita, un buon apporto di elementi indispensabili per lo sviluppo della massa ossea, aiuta a mantenere sane le ossa per tutto il resto della vita.

 

I fattori che aiutano fin dai primi anni di vita l’accrescimento delle ossa

 


 

Per raggiungere il massimo dello sviluppo di massa ossea, bisogna tener presente fin dall’adolescenza, dei cinque fattori che possono influenzarlo.

 

1- Alimentazione

2- giusto apporto di calcio e vitaminaD

3- la funzione ormonale in particolar modo nel genere femminile

4- rinuncia al fumo e alcool

5- fare attività fisica costante

 

Inoltre ci sono fattori, come determinati tipi di malattie, farmaci e fattori ambientali, che influiscono sul giusto accrescimento delle ossa.

 

La struttura complessiva del corpo umano è elastica e solida, contemporaneamente.

 

Ci sono circa 200 ossa che compongono lo scheletro, che unitamente ai muscoli, fanno sì che il corpo umano sia elastico ma allo stesso tempo robusto, consentendogli un’ampia gamma di movimenti.

 

La colonna vertebrale

 

Paragonabile alla colonna portante di un palazzo, è costituita da “mattoncini”, posizionati uno sopra all’altro, le “vertebre”, suddivise in cervicali, dorsali, lombari, sacrali e coccige.

 

struttura della colonna vertebrale
struttura della colonna vertebrale

 

Con forma cilindrica e posteriormente con tre protuberanze per l’inserzione dei muscoli della schiena.

 

All’interno del canale delle vertebre, si trova il midollo spinale, è considerata la colonna portante di tutte le ossa dello scheletro.

 

 

 

 

La struttura ossea è l’armatura che custodisce tutto l’insieme degli organi.

 

Nel cranio, le sue ossa proteggono il cervello, le costole e lo sterno, il cuore e i polmoni, le vertebre attraverso il canale interno, contengono e proteggono il midollo spinale.

Le ossa del bacino, offrono protezione e sostengono gli organi addominali e l’apparato uro-genitale.

 

Esiste una differenza tra lo scheletro maschile e quello femminile, il primo è più grosso rispetto al secondo che ha ossa più leggere, con la conformazione del bacino più appiattito e una cavità più ampia per poter contenere il feto e il suo sviluppo.

 

La Crescita delle Ossa

 

Sono tessuti senza vita ma ricchi di vasi sanguigni e nervi, contengono cellule che permettono alle ossa di rigenerarsi in continuazione.

 

Parlando brevemente di come sono formate le ossa, noioso ma indispensabile, il tessuto osseo è formato da osteoni, di forma cilindrica e con cavità centrale, dove passano i vasi sanguigni e uniti tra loro da collagene.

 

Lo sviluppo delle ossa
Lo sviluppo delle ossa

 

Le cellule che circondano le ossa sono di due tipi, le Osteoblasti che ricostruiscono e rigenerano e le Osteoclasti che asportano il tessuto vecchio che viene sostituito da quello nuovo.

 

La struttura più esterna delle ossa, gli osteociti, contribuiscono allo scambio dei minerali con la parte interna, ed è la struttura più dura e compatta dell’osso.

 

Con un procedimento particolare, alle estremità delle ossa sono posizionate le cartilagini dell’accrescimento, che durante la fase di sviluppo dell’individuo, sotto l’influenza dell’ormone dell’accrescimento, determinano la lunghezza delle ossa.

 

 

Due problemi moderatamente frequenti

 

 

Due disturbi tipici che si possono riscontrare durante la fase adolescenziale, sono disturbi della crescita da non sottovalutare.

 

Il primo ha sintomi come dolori al ginocchio, nei maschi più frequente, si rivela intorno a 11-15 anni, con una infiammazione del tendine rotuleo che collega la tibia alla rotula.

Questo è determinato dal fatto che lo scheletro cresce troppo rapidamente, con conseguente tensione dei muscoli e dei tendini, disturbo che tende a risolversi spontaneamente con il cessare della crescita.

 

Il secondo, anch’esso dovuto al disturbo di crescita troppo rapido, favorito dal trasporto di zaini, cartelle troppo pesanti e mal distribuito e da posizioni posturali scorrette, prende il nome di Scoliosi.

 

Riscontrabile con la spina dorsale un po’ storta, soprattutto a livello lombare e dorsale, o con il tronco inclinato e una spalla più alta dell’altra.

 

L’ortopedico, consiglierà un’attività fisica per rinforzare i muscoli della schiena per migliorare portamento e irrobustire la colonna vertebrale.


 

Nutrimento e movimento per avere ossa sani e forti

 

Le ossa richiedono un adeguato apporto di calcio e Vitamina D per essere sane e robuste, unitamente ad un’attività fisica giusta per il loro sviluppo, evitando così il rischio di fratture e fragilità in età avanzata.

 

Nei bambini e adolescenti il fabbisogno di calcio è intorno 500-900 milligrammi giornalieri dai 2 ai 10 anni e dai 1000 ai 1100 milligrammi dagli 11 anni ai 17.

 

Negli adulti dai 18 anni fino a 75-80 anni, il fabbisogno va da 800 milligrammi giornalieri a 1000 milligrammi.

 

Il Calcio è meglio assumerlo dagli alimenti piuttosto da integratori, perché ha un grado di assimilazione maggiore rispetto alla seconda fascia.

 

il calcio per la massa ossea
il calcio per la massa ossea

 

La dose giornaliera è velocemente raggiungibile, sempre che non si abbiano delle intolleranze, a questo punto sarà il medico a consigliare la miglior formula.

 

500 milligrammi di calcio sono contenuti in

  • ½ litro di latte
  • 125 grammi di mozzarella
  • 100 grammi di stracchino
  • 50 grammi di formaggio pecorino stagionato
  • 600 grammi di spinaci
  • 200 grammi di mandorle
  • 400 grammi di yogurt
  • 1 chilogrammo di arance

 

Il consumo giornaliero è pari a 200 millilitri di latte + 1 yogurt e 40 grammi di formaggio stagionato. 

 

Il più grande componente di una dieta sana è verdura a foglia verde, sia cotte che crude. Verdi per darvi non solo il calcio, ma la vitamina K , potassio e altri minerali e sostanze nutritive necessarie per stabilizzare l’osso.  Tre raccomandazioni importanti:  verdure, verdure, verdure,
 


 

La Vitamina D per la crescita delle ossa nel bambino

 

L’azione della Vitamina D è essenziale per l’assorbimento nell’intestino del calcio e quindi per avere ossa forti e sane.

 

Il sole aiuta all’ 80 – 90 % a sintetizzare la Vitamina D.

 

L’esposizione ai raggi solari sulla pelle nei mesi che vanno da Aprile a Settembre, è la miglior fonte per l’apporto di Vitamina D, ne bastano 15-20 minuti per due o tre volte alla settimana e avere la giusta dose che necessita.

 

prendere il sole per lo sviluppo delle ossa
prendere il sole per lo sviluppo delle ossa

 

Nei neonati, nei primi sei mesi di vita è assolutamente da evitare l’esposizione solare e il latte materno ne contiene scarse quantità, quindi per il giusto sviluppo delle ossa il pediatra consiglierà l’assunzione della Vitamina sotto forma di integratore.

 

L’attività fisica e sportiva la sua importanza per l’accrescimento delle ossa

 

Oltre che essere per i giovani momento di socializzazione, favorisce la crescita e il corretto sviluppo della massa ossea.

 

La ginnastica, gli sport di potenza e quelli che hanno un carico del peso corporeo in posizione eretta, come corsa e salti, sono quelli che maggiormente accrescono la massa ossea.
Tutti gli sport fanno bene e aiutano a crescere sani sia nel corpo che nella mente ma nel caso specifico delle ossa alcuni sono meglio di altri, il nuoto per esempio, sport per eccellenza per lo sviluppo muscolare uniforme è meno efficace, per la sua mancanza gravitazionale dovuta al galleggiamento, per lo sviluppo delle ossa.

 

 

 

 

Benvenuto/a lascia un commento

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica,in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi delle leggi vigenti.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi