Dieta Vegetariana prospettiva nutrizionale nel ciclo vitale - bio-vegsalus

Dieta Vegetariana prospettiva nutrizionale nel ciclo vitale

 

 

L’Academy of Nutrition and Dietetics che è la principale organizzazione dell’alimentazione e della nutrizione degli Stati Uniti, asserisce che le Diete Vegetariane o Vegane, sono salutari, corrette dal punto di vista nutrizionale, e conferiscono benefici nella prevenzione e nel trattamento di alcune patologie.

La Dieta Vegetariana sono così definite quando non includono nessun tipo di carne, pesce o prodotti che contengano loro derivati.

Una Dieta Vegetariana è in grado di soddisfare i fabbisogni  nutrizionali, quali le proteine, gli acidi grassi omega-3, il ferro, lo zinco, lo iodio, il calcio, e le vitamine D e B12.

 

Studi scientifici hanno  dimostrato che la Dieta Vegetariana  può essere nutrizionalmente adeguata durante la gravidanza, che si conclude positivamente per la salute della madre e del neonato.

Chi segue questo regime alimentare evidenzia livelli inferiori di colesterolo legato alle lipoproteine LDL e di pressione arteriosa, nonché ridotti tassi di ipertensione e di diabete, rispetto ai non-vegetariani.

Come precedentemente indicato, si definisce vegetariana una persona che non assuma carne, pesce o prodotti contenenti questi alimenti.

 

I modelli alimentari dei vegetariani possono variare in modo considerevole.

 

  • Il modello latto-ovo-vegetariano si basa su cereali, verdura, frutta, legumi, semi, frutta secca, latticini, uova.
  • Il modello alimentare latto-vegetariano esclude le uova, oltre a carne, pesce e volatili.
  • Il modello alimentare vegano, o vegetariano totale, esclude le uova, i latticini e altri prodotti di origine animale.


Le due modalità più comuni di definire la Dieta Vegetariana sono:

 

  1. le diete vegane, che eliminano tutti i cibi derivati da animali.
  2. Diete Vegetariane, che eliminano tutti i tipi di carne e loro derivati, ma includono prodotti a base di uova (ovo) e latticini (latto).


Qui tratteremo come termine “vegetariano” tutti i due tipi di stile alimentare all’unisono.

Le persone che seguono diete macrobiotiche si descrivono tipicamente come vegetariani.

La dieta macrobiotica si basa prevalentemente sull’assunzione di cereali, legumi e verdura.

La frutta, frutta secca e semi sono utilizzati in proporzioni ridotte. Alcuni soggetti che seguono una dieta macrobiotica non sono realmente vegetariani perché assumono limitate quantità di pesce, ma di questa dieta tratteremo ampiamente in un altro articolo.

 

La dieta crudista può essere considerata una dieta vegana, e consiste prevalentemente o esclusivamente di cibi crudi e non trasformati.

Include frutta, verdura, frutta secca, semi, cereali e legumi germogliati.

 




 

Tendenze di Mercato



Ci sono prove a sostegno dell’aumentato interesse nei confronti della Dieta Vegetariana, la comparsa di corsi sulla nutrizione vegetariana e sui diritti animali, la proliferazione di siti web, l’interesse dei media con programmi televisivi, periodici e libri di cucina a tema vegetariano.



Attualmente esiste anche un aumento dei prodotti sugli scaffali dei

Un variopinto piatto di verdure, per una dieta vegetariana
Un variopinto piatto di verdure, per una dieta vegetariana

supermercati, più scelta nei cibi, inclusi cibi fortificati e cibi pronti, non solo il classico tofu o soia disidratata sotto forma di spezzatino o bistecchine ma anche cibi fortificati come latte di soia, latte di riso, mandorle, seitan, hamburger di soia e tanto altro ancora.

 

Questi prodotti e gli integratori alimentari, ampiamente disponibili nei supermercati e nei negozi di cibi naturali, possono integrare in modo sostanziale nei vegetariani gli introiti di nutrienti chiave, i sali minerali come calcio, ferro, zinco, vitamina B12, vitamina D, riboflavina e acidi grassi Omega-3.

 

La Dieta Vegetariana tende ad avere un contenuto di grassi saturi e di colesterolo ridotto, e più elevate quantità di fibre, magnesio, potassio, vitamina C, folati, carotenoidi, flavonoidi.


Le proteine

 

Se vengono consumati alimenti vegetali in modo vario, le proteine vegetali soddisfano i fabbisogni nutrizionali proteici.

I cereali tendono ad avere un limitato contenuto di lisina, un aminoacido essenziale. Questo è importante quando non si consumino proteine animali e quando l’introito totale di proteine sia relativamente basso.

Alcuni accorgimenti dietetici sono in grado di assicurare un apporto adeguato di lisina, quali ad esempio l’utilizzo di una maggior quantità di fagioli e prodotti della soia.

 


Acidi Grassi Omega-3

 


Questo tipo di alimentazione è ricco di Omega-6, ma non assumendo

Alghe concentrati di Omega3 nella Dieta Vegetariana
Alghe concentrati di Omega3 nella Dieta Vegetariana

pesce, uova e alghe è scarsissimo di omega-3 e quindi, essendo un acido grasso molto importante per l’apparato cardiovascolare, è importante reintegrarlo.

 

Le Diete Vegane, latto-vegetariane e latto-ovo-vegetariane sono appropriate per le donne in gravidanza e allattamento e soddisfano i fabbisogni nutrizionali dei bambini nella prima e seconda infanzia e degli adolescenti.


 




 

 

 

Considerazioni nutrizionali sulla Dieta Vegetariana

 

I risultati degli studi sulla Dieta Vegetariana nelle donne in gravidanza, suggeriscono che possano essere adeguate dal punto di vista nutrizionale in gravidanza e che possano condurre a risultati positivi sullo sviluppo e sulla salute del feto e del neonato.

 

I nutrienti critici in gravidanza includono la vitamina B12, la vitamina D, il ferro e l’acido folico, mentre i nutrienti critici durante l’allattamento includono la vitamina B12, la vitamina D, il calcio e lo zinco.

Le diete delle donne vegetariane in gravidanza e in allattamento dovrebbero contenere una fonte quotidiana e affidabile di vitamina B12.

La Dieta Vegetariana sembra offrire alcuni vantaggi nutrizionali per gli adolescenti. Viene infatti riportato come gli adolescenti vegetariani consumino maggiori quantità di fibre, ferro, acido folico, vitamina A e vitamina C rispetto ai non-vegetariani.

Gli adolescenti vegetariani consumano pure maggiori quantità di frutta e verdura e una minor quantità di dolci, di cibi pronti e di snack salati.


La conclusione di questi studi è che la Dieta Vegetariana ben pianificata si è dimostrata salutare, nutrizionalmente adeguata, e può conferire benefici nella prevenzione e nel trattamento di alcune patologie.

 

La Dieta Vegetariana è appropriata per tutte le fasi del ciclo vitale.

 

Il numero dei vegetariani è  in costante aumento e la ragione è data da molteplici fattori, personali, di salute e tanti altri.

 

I professionisti della nutrizione dovrebbero essere in grado di assistere i clienti vegetariani fornendo loro informazioni aggiornate e accurate, su quali elementi devono essere reintegrati per carenza o assenza.

 

 

Se questo articolo ti è piaciuto o lo hai trovato utile per la tua conoscenza lascia un like e condividilo per una maggior diffusione del sito

 

Qui di seguito consigliamo due libri di due illustri personaggi, Umberto Veronesi e Margherita Hack, che non hanno bisogno di presentazione. Nei loro libri illustrano perchè, secondo loro, diventare vegetariani e nel libro di Umberto Veronesi troverete anche ricette. Consigliamo questa libri anche per chi non è vegetariano, leggeteli anche per avere un punto di vista diverso. Buona lettura.

 

Benvenuto/a lascia un commento

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica,in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi delle leggi vigenti.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi