Colpo di caldo prevenzione e soccorso - bio-vegsalus Cookie Policy

Colpo di caldo prevenzione e soccorso

 

COLPO DI CALDO

 

Colpo di caldo, o calore, è una forma di ipertermia, in cui la temperatura del corpo si alza drammaticamente.

 

Ipertermia grave è definita come una temperatura corporea di 40°C o superiore.

 

Generalmente il corpo genera calore a causa del metabolismo, ed è in grado di dissipare questo calore attraverso l’evaporazione del sudore, tuttavia quando il caldo è elevato e così pure l’umidità esterna, il corpo può non essere in grado di dissipare adeguatamente il calore e così la temperatura corporea sale.

 

Il colpo di caldo è un’emergenza medica e può essere fatale se non trattata immediatamente.

 

Spesso è accompagnato da disidratazione.

 

Sono diversi sintomi associati al colpo di caldo:

 

  • Confusione  (la persona non è in grado di pensare chiaramente, spesso non riconosce le persone o il luogo che lo circonda, né sapere il giorno o l’ora).

 

  • Agitazione.

 

  • Disorientamento.

 

  • Assenza di sudorazione  (la sudorazione serve a mantenere in modo naturale la pelle fresca, evaporando dalla pelle fuoriesce anche il calore, quando il clima è afoso si sente più caldo perché l’aria già satura di umidità, non permette al sudore di evaporare).

 

  • Nausea associata a vomito.

 

  • Affaticamento e debolezza.

 

  • Cefalea e vertigini.

 

  • Crampi muscolari e dolori.

 

  • Difficoltà di respirazione.

 

  • e infine convulsioni e /o coma.

 




 

 

PREVENZIONE

 

Come prevenzione per il colpo di caldo, è meglio evitare attività fisiche all’esterno, quando la temperatura e l’umidità sono elevate, se non se ne può fare a meno, bere molti liquidi, ma evitare alcool e caffeina.

 

Rifornire il corpo di elettroliti, come il sodio, assumendo le bevande contenenti sali minerali, create per gli sportivi.

 

Acqua fresca con una fettina di limone, ottima per reidratarsi e evitare un colpo di caldo
Acqua fresca con una fettina di limone, ottima per reidratarsi ed evitare un colpo di caldo

 

Fare delle pause frequenti per idratarsi.

 

Indossare cappelli e vestiti leggeri, larghi e di colore chiaro, possibilmente di cotone.

 

abbigliamento in cotone biologico su Amazon.it

 

clothes biological cotton abbigliamento cotone biologico su Amazon .com

 

MAI LASCIARE NEONATI, BAMBINI O ANIMALI CHIUSI IN AUTO.

 

LE PERSONE PIÙ’ A RISCHIO

 

I neonati, gli anziani, (spesso con malattie cardiache, polmonari, renali o che stanno assumendo farmaci che li rendono vulnerabili al calore), le persone che lavorano all’esterno, atleti che esercitano all’esterno e gli animali.

 

Come ben sappiamo dalla cronaca, lasciare neonati, bambini o animali in auto rappresenta un rischio elevato, anche quando il clima è moderato la temperatura all’interno di un auto può raggiungere livelli pericolosi.

 

A differenza dei crampi da calore, altra forma di ipertermia che è meno grave  ( i crampi di calore sono spasmi intermittenti, involontari, dei muscoli più grandi che si verificano in un individuo che è fisicamente attivo, lavora o fa esercizio fisico nella stagione calda.

 

Di solito colpiscono i muscoli principali che vengono sollecitati in un ambiente caldo. I sintomi: sono profusa sudorazione con spasmi involontari dei grandi muscoli del corpo.

 

Il trattamento include il riposo, il raffreddamento del corpo, idratazione, e stretching dei muscoli ), il colpo di caldo è una vera emergenza medica che è spesso fatale se non trattata adeguatamente e tempestivamente.

 

Il colpo di calore è anche a volte indicato come colpo di sole.

 




 

PRIMO SOCCORSO.

 

Informare subito l’emergenza se si sospetta di aver preso un colpo di calore, chiamare sempre e comunque i soccorsi.

 

In attesa dell’arrivo dell’ambulanza si possono prestare i primi soccorsi, vediamo come.

Il colpo di calore viene trattato raffreddando la vittima.

 

Portare la vittima in un luogo ombreggiato, spogliarla, applicare acqua fredda o tiepida, magari spruzzando con un tubo da giardino se disponibile, ventilare la vittima per attivare la sudorazione e l’evaporazione, mettere impacchi di ghiaccio sotto le ascelle e l’inguine.
kit primo soccorso su Amazon

 

Se la persona è in grado di bere, fargli bere acqua o altre bevande fresche che non contengano alcool o caffeina.

 

Monitorare la temperatura del corpo con un termometro e continuare il soccorso fino a quando la temperatura non arrivi sui 38°C circa, continuare a rinfrescare fino all’arrivo dei soccorsi.

 

 

NON CI STANCHEREMO MAI DI RIPETERLO, MAI, MAI LASCIARE NEONATI O BAMBINI O ANIMALI CHIUSI IN AUTO.

 

 

Benvenuto/a lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica,in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi delle leggi vigenti.