bio-vegsalus: Cipolla mito e realtà ma lo sapevi... - bio-vegsalus

bio-vegsalus: Cipolla mito e realtà ma lo sapevi…

 

Cipolla tra mito e realtà tossica e salutare o solo salutare?
Cipolla tra mito e realtà tossica e salutare o solo salutare?

 

Cipolla tra mito e realtà ma lo sapevi che..?

 

 

La Cipolla è un antibatterico per eccellenza e un antivirale.

 

A differenza di altri alimenti, che con i loro principi attivi combattono i batteri e i virus, la Cipolla li attira come una calamita attira la polvere di ferro.

 

Fattore per cui, mangiarla dopo averla tagliata il giorno prima e lasciata in frigorifero o nel cestino della verdura in dispensa, significa farle assorbire i batteri dell’ambiente con conseguenze tossiche per il nostro organismo, causando intossicazioni batteriche nello stomaco per accumulo degli stessi nella Cipolla.

 

Non vi è mai capitato di sentire in programmi televisivi o dalle parole degli anziani, che quando hai raffreddore, tosse o febbre, di tagliare una Cipolla e metterla sul comodino a fianco del letto, per farla passare?

 

Si dice anche, ma non lo farei mai, di mettere in caso di polmonite o “tosse cattiva”, delle fette di Cipolla nelle calze prima di andare a dormire e lasciarle per l’intera notte, nel giro di due o tre giorni si guarisce.

 

Tutte queste sono usanze popolari, ma si dice derivino da un’avvenimento realmente accaduto.

 

Nel 1919, l’influenza chiamata “Spagnola” uccise decine di milioni di persone nel mondo.

 

L’influenza mise in ginocchio l’intera Europa già provata dalla Prima Guerra Mondiale.

 

I medici riuscirono a ricavare frammenti del virus e, sebbene l’influenza fosse causata dagli stessi, le morti si ebbero per complicanze batteriche, a quel tempo gli antibiotici non erano ancora stati scoperti.

 

Un medico americano, nelle sue ricerche, si imbattè in una famiglia di agricoltori che non venne colpita minimamente da questa influenza.

 

Approfondendo la ricerca scoprì che era abitudine da parte della padrona di casa, lasciare delle fette di Cipolla tagliata in giro per casa.

 

Esaminate al microscopio, si scoprì che all’interno vi erano trattenuti virus e batteri.

 

Fantasia o realtà?

 

Probabilmente sono solo “chiacchiere di paese”, in ogni caso è sconsigliato mangiare la Cipolla tagliata da un pó di tempo.

 

Il miglior modo salutistico per cucinare la cipolla è la cottura al vapore.

 


Cosa contiene la Cipolla:



Contiene calcio, ferro, fosforozincosodiopotassio e nichel.

Vitamine del complesso B, C ed E, e la Vitamina A.

La glucochinina che conferisce alla Cipolla un’azione antidiabetica.

Flavonoidi

Polifenoli

La Cipolla contiene un enzima “allinasi”, enzima difensivo che trasforma la molecola “isoallina” in una sostanza altamente volatile e solubile in acqua che scatena la lacrimazione.

 

Gli impieghi terapeutici della Cipolla

 

Ha una funzione di antibiotico, utile nella cura di infezioni della pelle come acne, screpolature o bruciature.

 

La Cipolla ha proprietà benefiche per l’apparato respiratorio è un espettorante, ottima per combattere bronchiti e laringiti grazie alle sue proprietà antibiotiche.

 

Efficace contro gli ascari e gli ossiuri, piccoli vermi intestinali.

 

Nonostante sia tutti i giorni nelle nostre ricette, come ingrediente o nelle nostre insalate, come esaltatore del gusto, ha le sue controindicazioni e quindi è sconsigliata per chi soffre di ulcera e iperacidità.

 

Rallenta i processi di putrefazione che liberano sostanze tossiche irritanti legate alla formazione del cancro al colon e al retto, con la sua capacità di regolazione della flora intestinale.

 

I sali minerali e gli oligoelementi contenuti sono un notevole aiuto contro la stanchezza fisica e psichica, l’esaurimento e l’astenia.

 

Contiene inoltre le prostaglandine, sostanze naturali che svolgono un’utile funzione di controllo per quanto riguarda la pressione arteriosa e il colesterolo.

 

È un diuretico naturale, mangiata lessa stimola la diuresi al massimo.

 

Aiuta l’apparato digerente con la stimolazione dei succhi gastrici, la Cipolla aiuta la digestione, elimina batteri da stomaco e intestino grazie alle sue proprietà disinfettanti.

 

È un fluidificante del sangue e quindi è una alleato importante nei confronti dell’apparato cardiocircolatorio.

 

È  ricca di antiossidanti.

 

Curiosità sull’uso della Cipolla

 

Se si strofina la Cipolla appena tagliata su una puntura di insetto si ottiene un sollievo immediato.

 

In caso di un taglio poco profondo in cucina e in mancanza di cerotti, applicare la pellicola trasparente che ricopre gli strati della Cipolla e fungerà da cerotto d’emergenza.

Qualche consiglio per non piangere quando la si taglia.

Abbiamo detto che gli enzimi causanti la lacrimazione sono estremamente volatili e idrosolubili.

 

Quindi gli unici sistemi per impedire o interrompere la lacrimazione quando si taglia la Cipolla, sono quelli di evitare che le sostanze emanate dagli enzimi arrivino agli occhi e alle ghiandole lacrimali.



La maniera più efficace sarebbe quella di indossare degli occhialini da nuotatore o da sub, che chiudono ermeticamente i nostri occhi e quindi impediscono, di fatto, alla molecola di raggiungere la cornea, possiamo anche tagliarne notevoli quantità, senza mai versare una lacrima, sebbene non sia il massimo stare in cucina con gli occhialini.

 


Essendo le molecole idrosolubili, tagliarla vicino a un getto d’acqua le farebbe sciogliere e verrebbero portate via, non raggiungendo i nostri occhi, e riducendo notevolmente la lacrimazione.



Anche bagnare la lama del coltello con cui si taglia la Cipolla aiuta, perché le molecole rimarranno attaccate alla lama e non voleranno.

 

Il metodo più pratico, invece è quella di rallentare l’azione dell’enzima, raffreddandolo.

 

Metterla 10 minuti in freezer prima di tagliarle.

 

 

 

 

 

Benvenuto/a lascia un commento

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica,in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi delle leggi vigenti.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi