Cannella una delle più antiche spezie - bio-vegsalus

Cannella una delle più antiche spezie

CANNELLA

 

 

Cannella una delle più antiche spezie conosciute è considerata uno dei 100 alimenti più sani.

 

E ‘ menzionata nella Bibbia ed era usata dagli Egizi non solo come condimento delle bevande e medicine, ma anche come agente imbalsamazione.

 

È parte della corteccia dell’albero di cannella,  è disponibile nella sua forma tubolare secca  o come polvere macinata. Le due varietà di cannella, cinesi,(Cassia quella più comune e usata) e di Ceylon, hanno sapore simile, tuttavia quella di Ceylon è leggermente più dolce, più raffinata e più difficile da trovare.

 

Benefici per la salute.

 

I benefici curativi unici della cannella provengono da tre tipi fondamentali di componenti che si trovano nei suoi oli essenziali. Questi oli contengono componenti attivi chiamati Cinnamaldeide , acetato cinnamil e alcol cinnamil, oltre a una vasta gamma di altre sostanze volatili.

 

Azioni anti-coagulante.

 

Cinnamaldeide (detto anche aldeide cinnamico), è stato ben studiato per i suoi effetti sulle piastrine del sangue.

 

Le piastrine sono costituenti del sangue che sono destinati ad ammassarsi in circostanze di emergenza (come il danno fisico)  per fermare l’emorragia, ma in circostanze normali se si aggregano troppo, possono rallentare il flusso del sangue. Il componente della cannella aiuta a prevenire l’aggregazione indesiderata delle piastrine.

 

Lo fa inibendo il rilascio di un acido grasso, chiamato acido arachidonico, dalle membrane piastriniche e riducendo la formazione di una molecola infiammatoria chiamata trombossano A2 .)

 

La capacità della cannella di abbassare il rilascio di acido arachidonico, la mette nella categoria di alimenti “anti-infiammatori”,  può essere utile nel ridurre le infiammazioni.



 

Attività antimicrobica.

 

Gli oli essenziali,contenuti nella cannella, hanno la capacità di fermare la crescita di batteri e funghi, compresa la famosa Candida.

 

Le sue proprietà antimicrobiche sono così efficaci che, una recente ricerca, dimostra che questa spezia può essere utilizzata come alternativa ai conservanti alimentari tradizionali.

 

Si è  dimostrato che poche gocce di olio essenziale di cannella aggiunto a 100 ml di brodo di carote, che è stato poi refrigerato, ha inibito la crescita di un patogeno alimentare, il Bacillus cereus, per almeno 60 giorni. Quando è stata fatta la stessa prova omettendo l’olio essenziale, l’agente patogeno è  prolificato, nonostante la temperatura fredda.

 

Inoltre, ricercatori hanno osservato che l’aggiunta di cannella non solo ha agito come un conservante efficace, ma ha migliorato il sapore del brodo.

 

 

Controllo della glicemia.

 

La cannella può aiutare a diminuire i livelli di zucchero nel sangue rallentando la velocità con cui lo stomaco si svuota dopo i pasti, riducendo così l’aumento della glicemia dopo i pasti, può anche significativamente aiutare le persone con diabete di tipo 2 a migliorare la loro capacità di rispondere all’insulina, normalizzando così i loro livelli di zucchero nel sangue.

 

Anche una minima quantità, 1 grammo al giorno (circa da 1/4 a 1/2 cucchiaino), produce un calo di circa il 20% di zucchero nel sangue; abbassa anche il colesterolo e trigliceridi.

 

Nelle persone con diabete di tipo 2, che hanno  consumato un minimo di 1 grammo di cannella al giorno, è stato rilevato un livello ridotto della glicemia, trigliceridi, colesterolo LDL (cattivo), e il colesterolo totale, in uno studio pubblicato nel numero del dicembre 2003 Diabetes Care .

 

La cannella è più potente, come antiossidante, rispetto ad altre sei spezie antiossidanti (anice, zenzero, liquirizia, menta, noce moscata e vaniglia) e rispetto ai conservanti alimentari chimici (BHA (butilidrossianisolo), BHT (idrossitoluene butilato). Impedisce l’ossidazione più efficacemente di tutte le altre spezie (tranne la menta) e gli antiossidanti chimici.

 

Profumo di cannella stimola la funzione del cervello.

 

Solo annusando il profumo meraviglioso di questa spezia aumenta l’attività cerebrale.
La ricerca guidata dal Dr. P. Zoladz e presentata il 24 aprile 2004, ha dimostrato che, masticando  chewing gum alla cannella o semplicemente annusandola,  l’elaborazione cognitiva  dei partecipanti era migliorata.

 

In particolare, ha migliorato i punteggi dei partecipanti sulle attività relative ai processi attentivi, memoria di riconoscimento virtuale, memoria di lavoro, e la velocità visivo-motoria mentre si lavora su un programma per computer.

 

I partecipanti sono stati esposti a quattro condizioni odoranti: nessun odore, profumo di menta piperita , di gelsomino, e cannella, con cannella emergono chiaramente gli effetti positivi sulla funzione del cervello.



Calcio e fibre per migliorare colon e protezione del cuore.

 

E’un’ottima fonte di fibra e anche una buona fonte di calcio. La combinazione è importante perchè sia il calcio che le fibre possono legarsi ai sali biliari e contribuire a rimuoverli dal corpo.

 

Rimuovendo bile, la fibra aiuta a prevenire i danni che alcuni sali biliari possono provocare alle cellule del colon, riducendo così il rischio di cancro al colon.

 

Inoltre, quando la bile viene rimosso dalla fibra, il corpo deve abbattere il colesterolo per fare nuova bile. Questo processo può aiutare i livelli elevati di colesterolo ad abbassarsi, il che torna utile nel prevenire l’aterosclerosi e malattie cardiache.

 

Per chi soffre di sindrome del colon irritabile, la fibra può anche fornire sollievo dalla costipazione o diarrea.

 

Un rimedio per raffreddori e influenze.

 

Nella medicina tradizionale cinese,la cannella viene usata per le sue qualità riscaldanti, è utilizzata per fornire sollievo alla comparsa di un raffreddore o influenza, soprattutto se mescolata in un tè con un po ‘di zenzero fresco.

 

Come sceglierla e conservarla.

 

La cannella è disponibile in bastoncini o in polvere. I bastoncini possono essere conservati più a lungo, la polvere  ha un sapore più forte. Se possibile, è meglio sentirne l’odore per assicurarsi che abbia un profumo dolce, una caratteristica che  dimostra la sua freschezza.

 

La cannella di Ceylon è più raffinata, più dolce, può essere trovata in un negozio di spezie o etnico in quanto questa varietà è generalmente meno disponibile.

 

Proprio come con le altre spezie essiccate, comprare quella coltivata con metodo biologico in quanto questo darà maggiori garanzie che non è stato irradiata (tra gli altri potenziali effetti negativi, irradiando la cannella può portare ad una riduzione significativa della sua vitamina C e contenuto di carotenoidi).

 

Deve essere conservata in un contenitore di vetro ben chiuso in un luogo fresco, buio e asciutto. Quella  in polvere si conserva per circa sei mesi, mentre i bastoncini rimangono freschi per circa un anno conservati in questo modo.

 

In alternativa, è possibile prolungarne la durata conservandola nel frigorifero. Per controllare  se è ancora fresca, sentirne l’odore, se non è più dolce, non è più fresca e deve essere eliminata.

 

 

Come usarla.

 

qualche rapida idea

  • Bastoncini di cannella cotti nel latte di soia e miele per una bevanda deliziosamente riscaldante.
  • L’aggiunta di cannella in polvere sui fagioli neri da utilizzare in burritos o nachos darà loro un sapore unico delizioso.
  • Agnello sauté con melanzane, uvetta e cannella per creare un piatto ispirato al Medio Oriente.
  • Aggiungere la cannella nella preparazione al curry.

 

Tisana

Ingredienti:

 

250 ml di acqua
1 stecca di cannella (o un cucchiaino di cannella in polvere)
1 fettina di arancia o limone
dolcificante a piacere

 

far bollire l’acqua e versarla in una tazza contenente la cannella in polvere o la stecca. Lasciare la spezia in infusione per circa 10 minuti avendo cura di coprire la tazza con un piattino in modo che non evapori l’aroma.

 

Filtrare e berla intiepidita per gustarne appieno l’aroma.

 

Si può unire una fettina di limone o di arancia e lasciare in infusione per qualche altro minuto per aromatizzare ed eventualmente, se si gradisce, poco, ma veramente poco, dolcificante naturale.

 

Suffimigi

con due gocce di olio essenziale.

Olio Essenziale di Cannella
Olio Essenziale di Cannella
Su SorgenteNatura.it

 

Miscelata nel caffè, un mezzo cucchiaino, o nello Yogurt o anche nel succo di frutta.

 

Controindicazioni.

 

L’uso topico dell’olio, su pelli sensibili, va usato con prudenza, in quanto può dare atto a fenomeni di orticaria e altre manifestazioni cutanee.

 

Non è indicata a chi soffre di acidità di stomaco o in presenza di ulcere gastriche, quando si assumono medicinali antinfiammatori non steroidei (FANS), l’abuso può provocare diarrea.

 

Attenzione alla cannella Cassia, quella cinese, ha un elevato contenuto di sostanze tossiche per le cellule del fegato

 

fonte: whfoods.com

 

One comment

Benvenuto/a lascia un commento

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica,in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi delle leggi vigenti.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi