Calura estiva un'aiuto dalla Natura - bio-vegsalus

Calura estiva un’aiuto dalla Natura

Calura Estiva siamo a rischio disidratazione

 

La Calura Estiva dei mesi di Luglio e Agosto,

siamo a rischio disidratazione

un’aiuto dalla natura

 

 

Luglio e Agosto, i due mesi cocenti, di Calura Estiva, i mesi dove tutto appassisce, le piante, i fiori chinano in capo cercando di sfuggire il caldo estivo.

 

Anche noi, il nostro organismo appassisce, incorre il rischio di disidratazione.

 

Ecco allora che ci mettiamo alla ricerca di zone d’ombra, dove possiamo godere di un po’ di frescura di refrigerio, per i più fortunati ci si immerge in mare o in piscina.

La Calura Esiva fa piegare il capo alle piante e ai fiori
La Calura Esiva fa piegare il capo alle piante e ai fiori

 

Ma per gli altri? Quelli che per i motivi più disparati non possono mettersi all’ombra o fare un bagno, una doccia rinfrescante, come può evitare la disidratazione o i danni provocati dal troppo caldo?

 

Il nostro corpo richiede un surplus di liquidi, che possono essere procurati con un’aumento del consumo di frutta fresca ricca di acqua, succhi di frutta, acqua, verdura.

 

La Calura estiva intensa, testa il sistema circolatorio, rallenta la diuresi, asciuga le mucose aumentando anche l’irritazione agli occhi, abbassa il sistema autoimmunitario, abbassa la pressione e ci fa battere il cuore più velocemente.

 

Alcuni aiuti ci vengono dalla natura per alleviare alcuni stati di malessere o dolore che purtroppo ci coinvolgono in questi mesi di caldo, che tanto aspettiamo durante l’anno, anche perché il sole, la luce, ci portano a stadi di benessere e di buonumore che in inverno tendono a scemare.

 

 

Il Gelsomino

 

Gelsomino come pianta ornamentale
Gelsomino come pianta ornamentale

 

E’ una pianta che non viene usata solamente per ornamentare i nostri giardini o riempire le calde notti estive con il suo profumo intenso ma anche come pianta, i cui principi attivi, aiutano in nostro organismo.

 

L’aromaterapia, accampa proprietà, al profumo di gelsomino, di euforizzante e stimolante dell’ipotalamo nella produzione di encefaline, sostanze che oltre ad inibire il dolore procurano uno stato di benessere e di felicità, dissolve le paure e le tensioni legate alla sessualità ed è tradizionalmente usato per curare i disturbi uterini e per facilitare il parto.

 




 

L’olio essenziale di Gelsomino riattiva gli ormoni ipofisari, è indicato in caso di depressione, angoscia e crisi psichiche, in quanto vince il pessimismo, aiutando a superare l’inerzia e l’apatia, previene gli sbalzi d’umore indotti dalla Calura Estiva.

 

Sembra che il Gelsomino sia in grado di indurre ottimismo ed euforia, in quanto stimola di endorfine per alzare il tono dell’umore, rilassare i nervi.

 

olio di Gelsomino

Massaggiato sulla zona lombare e addominale, stimola le mestruazioni troppo scarse, aiuta a contrastare i fastidi della sindrome premestruale,cattivo umore, tensione, cefalea, durante il ciclo, allevia gli spasmi uterini.

 

E’ considerato un catrizzante, è un preziosissimo aiuto per la cura della pelle, tonifica, distende le rughe e ne previene la formazione, lenisce screpolature e arrossamenti, è di sollievo nel dermatiti e psoriasi.

 

L’infuso di gelsomino è ottimo bevuto freddo o tiepido, migliora la digestione, quindi è ottimo bevuto come accompagnamento durante i pasti.

 

L’Iperico o Erba di san Giovanni  

 

Iperico

 

E’ una pianta che mette al riparo dalle eccessive radiazioni luminose ed evita macchie e allergie.

 

Usata sia per uso estero che interno, i suoi Bioflavonoidi e tannini contenuti nelle sommità fiorite, vengono utilizzati come antidepressivi e sedativi, contro gli sbalzi d’umore dovuti da nervosismo concausa di depressione stagionale da Calura Estiva o menopausa.

 

La macerazione delle sommità fiorite in olio di girasole o mandorle dolci, è estremamente benefico per la pelle contro ustioni, eritemi solari, macchie, psoriasi e secchezza cutanea. E’ emolliente e cicatrizzante.

 

Può, essere impiegato per la cura di ferite, tosse, bronchite, asma, influenza, malattie da raffreddamento, cistite, disturbi renali e polmonari, disturbi gastrointestinali e nausea, consumato come infuso è utilizzato nel trattamento di infiammazioni di vario genere per le sue proprietà antibatteriche, anticatarrali, antivirali e balsamiche.

 

Come preparare l’olio di Iperico

olio di Iperico
olio di Iperico

 

Servono 70 grammi di sommità fiorite e circa 250 millilitri di olio di mandorle o olio di girasole, il tutto va fatto macerare per circa 6 settimane, all’interno di una bottiglia chiusa e a temperatura ambiente, prima di esporlo al sole per un giorno e filtrare. Utilizzato per uso esterno applicandolo su viso e collo alla sera, come trattamento antirughe o contro scottature, piaghe e ulcere.

 

Dieci gocce di olio di Iperico diluite in 50 millilitri di acqua e messo in un nebulizzatore, si può usare quando ci si espone al sole spruzzandolo sulla pelle, come difesa dalle radiazioni solari.

 

 

Otite in estate si è più a rischio

 

 

In estate sono frequenti le Otiti, causate da colpi d’aria o l’acqua di quando si fa il bagno in mare o piscina.

Un buon rimedio per pulirle e mantenerle disinfettate è l’olio di cumino nero, che passato con un bastoncino cotonato, all’esterno dell’orecchio e nella cavità auricolare aiuta per tutta l’estate.

 

olio di cumino nero
olio di cumino nero

 

Una pianta, invece, che attenua il dolore e l’infiammazione all’orecchio colpito da otite è il Verbasco, decongestionando l’area, la rinfresca e lenisce. Presa per via orale ha un leggero effetto sedativo che aiuta a sopportare di più il dolore.

 

Con una tazza di decotto di Verbasco prima di andare a coricarsi, troviamo sollievo all’orecchio e dalla sensazione di gonfiore, fitte, dal calore e prurito causato da infiammazioni dovute a tuffi, nuotate, troppo sole e sabbia.

 

Le foglie e i fiori di questa pianta si possono trovare in erboristeria e utilizzarli per decotti o impacchi da applicare o sulle guance o qualche goccia all’interno dell’orecchio per attenuare i dolori.

 

Utilizzando l’olio di Ravensara, si trova in erboristeria, qualche goccia in una bacinella d’acqua bollente e usato come suffumigi, disinfiamma e sgonfia le mucose migliorando la respirazione e combatte le otiti e sinusiti.



 

Olio di Miglio

 

Il miglio non è solo per gli uccelllini ma è una fonte di zinco e silicio,  fortifica pelle e unghie, quindi una fonte nutrizionale per l’organismo umano di prim’ordine.

 

Si consuma in chicchi, fiocchi, farina, latte e olio racchiuso in perle, assumendone una tutte le mattine a digiuno per tutto il periodo estivo combatte la rigidità muscolare e la stanchezza e lo spossamento causato dalla calura estiva.

 

miglio

 

Contiene calcio, potassio, zinco, magnesio, fluoro e ferro, Vitamine A,C e del gruppo B aiutano il metabolismo cellulare ed è antiossidante.
BIOKAP ANTICAD MIGLIO DONN 60CPS su Amazon

 

Bios Line Biokap Miglio Uomo 60 Capsule su Amazon

 

La natura anche in estate, come in tutto il resto dell’anno, nonostante tutto sembra si sia fermato dal calore insopportabile, ci viene in aiuto, in questo caso per lenire certi dolori più stagionali e dalla stanchezza e spossatezza dovuti dalla calura estiva ma anche prevenendo e curando gli arrossamenti, eritemi e radiazioni solari.

 

 

 

 

 

 

Benvenuto/a lascia un commento

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica,in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi delle leggi vigenti.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi